HBV nelle prigioni italiane: politiche e prassi

Giulio Starnini
Direttore U.O.C . Medicina Protetta – Malattie Infettive – Ospedale Belcolle ASL Viterbo

S. Dell’Isola, A. M. Ialungo, E. Rastrelli
Dirigente Medico U.O.C . Medicina Protetta – Malattie Infettive – Ospedale Belcolle ASL Viterbo


RIASSUNTO

L’infezione cronica da HBV  negli Istituti Penitenziari Italiani  rappresenta un problema di salute pubblica a causa dell’ellevata prevalenza della stessa e dell’insufficiente copertura vaccinale. Numerose sono inoltri i casi di forme croniche  evolute non diagnosticati e/o non adeguatamente inseriti in follow- diagnostici terpaeutici. Si sottolinea l’imprinscindibilità di politiche di gestione a livello centrale che consentano un adeguato monitoraggio dell’infezione e  l’adozione di campagne di vaccinazione. A livello regionale viene fortemente raccomandata l’adozione di PDTA, inserimento di  conoscenze specifiche su HBV nei percorsi di aggiornamento  obbligatorio  del personale,  iniziative permanenti di informazione alla popolazione detenuta.
Parole chiave: Prigione; Prevenzione; Vaccinazione


Articolo presente in – Cure and Chronicity N.2 

Scarica l’articolo  download_pdf


golden goose outlet online golden goose femme pas cher fjallraven kanken backpack sale fjallraven kanken rugzak kopen fjällräven kånken reppu netistä fjallraven kanken táska Golden Goose Tenisice Hrvatska Basket Golden Goose Homme Golden Goose Sneakers Online Bestellen Kanken Backpack On Sale Fjallraven Kanken Mini Rugzak Fjällräven Kånken Mini Reppu Fjallraven Kanken Hátizsák nike air max 270 schuhe neue nike air schuhe nike schuhe damen 2019