Tubercolosi in prigione: il rischio della multifarmaco resistenza

Sergio Carbonara 
Clinica di Malattie Infettive – Università di Bari


RIASSUNTO

Le prigioni rappresentano un setting ad alto rischio per la tubercolosi (TB) tanto farmaco quanto non farmaco – resistente (o multifarmaco resistente – MDR), per svariati motivi: un alta concentrazione di gruppi ad alto rischio di TB in una popolazione ristretta, ambienti chiusi, sovrappopolazione, scarsa ventilazione, programmi di controllo inadeguati, alto turnover dei detenuti. Incrementare il controllo della TB in prigione crea un beneficio per l’intera comunità. Il controllo della TB – MDR risiede attualmente perlopiù su un insieme di interventi volti a prevenire la TB “di per se”, come diagnosi tempestiva, isolamento della TB respiratoria, trattamento con una terapia adeguata con una piena aderenza del paziente per tutto l’arco di cura. Un intervento tempestivo è necessario per connettere i servizi di cura della TB penitenziari a quelli della comunità per assicurare un proseguimento della cura ai detenuti scarcerati. Misure per ridurre il sovraffollamento e per migliorare le condizioni di vita di tutti i prigionieri dovrebbero essere applicate per ridurre la trasmissione della TB.
Parole chiave: Tubercolosi; Multifarmaco resistenza; Prigioni


Articolo presente in – Cure and Chronicity N.2

Scarica l’articolo  download_pdf


golden goose outlet online golden goose femme pas cher fjallraven kanken backpack sale fjallraven kanken rugzak kopen fjällräven kånken reppu netistä fjallraven kanken táska Golden Goose Tenisice Hrvatska Basket Golden Goose Homme Golden Goose Sneakers Online Bestellen Kanken Backpack On Sale Fjallraven Kanken Mini Rugzak Fjällräven Kånken Mini Reppu Fjallraven Kanken Hátizsák nike air max 270 schuhe neue nike air schuhe nike schuhe damen 2019